domenica 27 aprile 2008

Lettera al Sindaco Roberto Reggi

Egregio Sindaco Reggi, Le scrivo, sperando in una Sua risposta, in merito alla condizione piuttosto degradata in cui versa il centro storico cittadino. Potrei farLe numerosi esempi di interventi che, a parer mio, hanno peggiorato alcune vie e piazze cittadine ma finirei per dilungarmi troppo diventando tediante; Preferisco così concentrarmi su un argomento che mi sta particolarmente a cuore ovvero, Piazza dei Cavalli. Purtroppo, devo constatare come la nostra piazza principale abbia raggiunto un degrado senza precedenti. Le motivo immediatamente questa mia forte affermazione: Piazza Cavalli è, o meglio, dovrebbe essere, il "salotto della città" ma, facendoci un giro, non credo che si possa più meritare questa onorificenza. Trovo assurdo che la Piazza sia diventata un magazzino a cielo aperto dove, al suo interno, trovano da tempo immemore "ospitalità": un palco, delle cancellate (poste di fronte a Ranuccio Farnese) e un deposito in alluminio (posto sotto le arcate del Gotico). Mi rendo benissimo conto che, determinati materiali, siano necessari per la gestione degli eventi che si svolgono nel sito in questione ma, non riesco assolutamente a capire, il perchè questi vengano lasciati stabilmente al suo interno, dando alla piazza un aspetto davvero poco edificante.
In questi mesi si sta parlando molto del futuro di Piacenza, di come sarà "ripensata" e "ridisegnata" urbanisticamente, grazie alle incredibili opportunità date dalla concessione delle aree militari e da Expo 2015. I progetti di sviluppo sono enormi ed affascinanti e, come è normale che sia, la città vuole e deve sfruttare al meglio queste irripetibili occasioni. I progetti ed i "voli pindarici" che si stanno facendo sono tanti e, anche quelli difficilmente realizzabili, sono comunque affascinanti. Il mio dubbio è però il seguente: Se il comune non è in grado o meglio, da così poca importanza alla valorizzazione del nostro centro storico, ignorando anche le basilari regole di decoro e ordine, come si potranno realizzare tutti quei faraonici progetti che proprio nel centro dovranno avere luogo?
Le chiedo che la Piazza torni ad avere il prestigio e la cura che le spetta, per la storia e per il significato che essa ha per ogni piacentino.
Questa lettera, come del resto la Sua eventuale risposta, verranno riportate integralmente sul mio blog personale: http://ripensandopiacenza.blogspot.com
Ci tengo a precisarLe che il fine di questo messaggio non ha alcun intento politico, l'unico mio interesse è il bene di Piacenza.
RingraziandoLa per il tempo concessomi, La saluto cordialmente.
Massimo Mazzoni

Nessun commento: