lunedì 20 aprile 2009

Piacenza da salvare - il Sagrato della Cattedrale

Sabato 18/04/2009, approfittando dell'inaugurazione della manifestazione artistica “IO DIVERSO? ... E TU CHI SEI?”, promossa dal Comune di Piacenza, dall'associazione "Piacenza Radici e futuro" e dalla Fondazione di Piacenza e Vigevano, Monsignore Anselmo Galvani, Rettore della Cattedrale e Tiziano Fermi, presidente dell'associazione Domus Justinae, hanno fatto un appello importante. Il Duomo, principale monumento religioso cittadino, necessita di interventi celeri, specialmente l'elegante sagrato presenta un selciato piuttosto sconnesso e logorato dal tempo.
La speranza è che la richiesta di intervento venga colta da chi di dovere e, specialmente, si possa agire conseguentemente con le dovute cautele (Piazza Cavalli Docet) su un sagrato così antico e prezioso.

Sagrato del Duomo di Piacenza




domenica 19 aprile 2009

San Vincenzo - un tesoro in recupero

Il complesso di San Vincenzo, edificato a partire dal 1595, venne abitato dall'ordine dei Teatini fino al 1810, anno in cui Napoleone ordinò la soppressione di ogni ordine religioso.
l'edificio fu consacrato del vescovo Rangoni nel 1612, si presenta con una severa facciata in cotto alleggerita architettonicamente da delle nicchie e da un elegante portale.
Dopo anni di incurie ed abbandoni, la chiesa di San Vincenzo, nota anche come chiesa dei Teatini, è da tempo sottoposta ad importanti operazioni di recupero conservativo ad opera del Comune che, su quest'importante edificio ha voluto scommettere dando una nuova vocazione allo stesso.
Infatti, a partire dal prossimo autunno, la chiesa di San Vincenzo diverrà un auditorium e avrà l'onore di essere la sala prove della celebre orchestra giovanile Cherubini, diretta dal maestro Riccardo Muti.
Nel corso della settimana della cultura c'è stata la splendida opportunità di ammirare la chiesa seicentesca e di poter vedere lo svolgimento dei lavori, sapientemente illustrati dal Dott. Davide Gasparotto e dalle restauratrici che stanno letteralmente recuperando gli splendidi cicli pittorici del Draghi e del Galluzzi che adornano completamente l'edificio religioso.

Chiesa di San Vincenzo




mercoledì 15 aprile 2009

La muntä di ratt - la Piacenza che non ti aspetti

La muntä di ratt (La montata dei ratti), la scalinata che collega Via Mazzini alla più bassa Via San Bartolomeo, rappresenta una delle zone più caratteristiche e suggestive della vecchia Piacenza.
Alcuni studiosi attribuiscono questo nome alla leggenda popolare che la vedeva, durante le piene del Po, percorsa dai topi intenti a fuggire dalle zone più basse a ridosso del grande fiume.
La scalinata, grazie alla presenza di un locale pubblico, durante la bella stagione diventa un posto ulteriormente affascinante e frequentato dai piacentini ma, purtroppo, quasi sconosciuto ai forestieri.

La muntä di ratt