domenica 22 marzo 2009

Saved the walls

Le mura di Piacenza, fatte erigere a difesa della città nel XVI secolo, oltre al loro indiscusso fascino artistico, possono essere considerate fra i capolavori dell'architettura militare a cui presero parte per la progettazione veri e propri maestri nella costruzione di fortificazioni, come: Antonio da Sangallo il giovane ed il Sanmicheli.
Degli oltre sei Km che circondavano l'impianto urbanistico cittadino ne sono rimasti circa quattro e mezzo, in seguito ai vari interventi demolitori che si sono succeduti a cavallo fra l'ottocento ed il novecento. Degli undici bastioni originari, solo due non sono più esistenti (Fodesta e San Lazzaro), facendo di Piacenza una delle poche citta murate ( in Emilia solo Piacenza e Ferrara).
Proprio per questa sua peculiarità, la città dovrebbe sfruttare a dovere questo straordinario valore aggiunto attraverso una valorizzazione per questa straordinaria testimonianza storica che spesso tendiamo per primi a trascurare.
Attualmente, alcuni tratti di bastioni nella zona di Porta Borghetto, sono in condizioni a dir poco preoccupante. Detriti e frammenti di mura si stanno sgretolando e crollando e, proprio a questo proposito, chiedo personalmente alle autorità competenti un immediato controllo sulla loro situazione.
I bastioni Farnesiani, come già detto, sono troppo importanti per Piacenza, sia per la loro bellezza ma, soprattutto, per la storicità che rappresentano.
Spero vivamente che questo appello possa fruttare un tempestivo intervento!

le mura di Piacenza

2 commenti:

Teo ha detto...

vedo che mi hai ascoltato :D ,cmq appena visto mi ha fatto incazzare notevolmente...

Claudio ha detto...

Personalmente invierei un dossier alla soprintendenza ai beni culturali con tanto di foto, etc.
I nostri politicanti sono presi da campagne elettorali e da ponti che cadono...probabilmente non darebbero peso alla cosa.
Qui Ti lascio l'email dove poter fare almeno una segnalazione.

soprbeniarch.pr.pc@virgilio.it

Saluti

Cla